DIETA AMICA DEL CLIMA (LA)

Cibo e cambiamento climatico sono indissolubilmente legati. Grazie a un’analisi delle abitudini alimentari globali e regionali, questo libro offre una visione chiara di ciò che consumiamo e del suo impatto sul nostro Pianeta. E propone un’alternativa. Il cibo costituisce una tra le principali fonti di emissioni di gas serra ed è responsabile di circa un terzo delle emissioni globali, come dimostrato in numerosi studi accademici. Questo libro, che amplia un recente studio scientifico pubblicato dagli autori, offre una dettagliata panoramica dell’impatto climalterante del settore del cibo. Dalla valutazione generale, gli autori esaminano lo stato attuale dell’impronta carbonica delle diete nei diversi Paesi. Ai fini di proporre un’alternativa, vengono presentati i food ranking, che consentono di confrontare l’impronta carbonica di vari alimenti per operare scelte consapevoli e costruire le “liste della spesa” amiche del clima. Queste scelte permettono di dimezzare (e oltre) l’impronta carbonica legata al cibo. Gli autori esplorano poi in dettaglio alcuni argomenti di particolare interesse o dibattito, come l’uso dell’acqua in bottiglia, il consumo di latticini e formaggi, l’importanza di una pesca e un’acquacoltura svolte in maniera sostenibile. Il libro include una serie di raccomandazioni per gli operatori del settore alimentare, inclusi i ristoratori, la distribuzione e i produttori. Ci sono proposte di azioni pratiche, di comunicazione e di policy. “Questo libro descrive dettagliatamente l’impatto del cibo sul clima e fornisce degli strumenti per agire in prima persona, mitigando l’impatto climalterante delle proprie scelte a tavola senza stravolgere i propri comportamenti. L’asse portante su cui costruire questo percorso sarà lo sviluppo di una dieta amica del clima. Siamo entrambi ricercatori e, secondo l’approccio tradizionale del metodo scientifico, la domanda di ricerca da cui si è partiti è la seguente: se è vero che per la decarbonizzazione dei settori con maggiore impatto sul clima ci vuole un’evoluzione (di tecnologie, di infrastrutture) che non avverrà dall’oggi al domani e se è altrettanto vero che le emissioni vanno ridotte da subito, allora cosa possiamo fare? In queste pagine suggeriamo una risposta” (Giuliano Rancilio, Davide Gibin).

16,00  iva inclusa

2 disponibili

Cibo e cambiamento climatico sono indissolubilmente legati. Grazie a un’analisi delle abitudini alimentari globali e regionali, questo libro offre una visione chiara di ciò che consumiamo e del suo impatto sul nostro Pianeta. E propone un’alternativa. Il cibo costituisce una tra le principali fonti di emissioni di gas serra ed è responsabile di circa un terzo delle emissioni globali, come dimostrato in numerosi studi accademici. Questo libro, che amplia un recente studio scientifico pubblicato dagli autori, offre una dettagliata panoramica dell’impatto climalterante del settore del cibo. Dalla valutazione generale, gli autori esaminano lo stato attuale dell’impronta carbonica delle diete nei diversi Paesi. Ai fini di proporre un’alternativa, vengono presentati i food ranking, che consentono di confrontare l’impronta carbonica di vari alimenti per operare scelte consapevoli e costruire le “liste della spesa” amiche del clima. Queste scelte permettono di dimezzare (e oltre) l’impronta carbonica legata al cibo. Gli autori esplorano poi in dettaglio alcuni argomenti di particolare interesse o dibattito, come l’uso dell’acqua in bottiglia, il consumo di latticini e formaggi, l’importanza di una pesca e un’acquacoltura svolte in maniera sostenibile. Il libro include una serie di raccomandazioni per gli operatori del settore alimentare, inclusi i ristoratori, la distribuzione e i produttori. Ci sono proposte di azioni pratiche, di comunicazione e di policy. “Questo libro descrive dettagliatamente l’impatto del cibo sul clima e fornisce degli strumenti per agire in prima persona, mitigando l’impatto climalterante delle proprie scelte a tavola senza stravolgere i propri comportamenti. L’asse portante su cui costruire questo percorso sarà lo sviluppo di una dieta amica del clima. Siamo entrambi ricercatori e, secondo l’approccio tradizionale del metodo scientifico, la domanda di ricerca da cui si è partiti è la seguente: se è vero che per la decarbonizzazione dei settori con maggiore impatto sul clima ci vuole un’evoluzione (di tecnologie, di infrastrutture) che non avverrà dall’oggi al domani e se è altrettanto vero che le emissioni vanno ridotte da subito, allora cosa possiamo fare? In queste pagine suggeriamo una risposta” (Giuliano Rancilio, Davide Gibin).

Categoria:
Peso 0,00 kg
Titolo

DIETA AMICA DEL CLIMA (LA)

ISBN

9788865165195